Contenuto Principale
Convention: 65 anni e non sentirli! PDF Stampa E-mail
Convention
Scritto da Giuseppe Porqueddu   
Lunedì 23 Settembre 2013 20:55

SASSARI - Sabato 21 settembre la parrocchia di via Besta ha ospitato la Convention di apertura della stagione sportiva del Centro Sportivo Italiano di Sassari.

Davanti a tanti rappresentanti delle società sportive vicine alla associazione dai colori blu-arancio, i dirigenti di comitato hanno voluto condividere la gioia dei festeggiamenti per i 65 anni di attività del CSI Sassari e presentato i programmi per le 70 candeline che il Comitato nazionale spegnerà nel 2014.

Traguardi prestigiosi, che fanno del mondo CSI un punto di riferimento per tutto il territorio. «Sessantacinque anni sono tanti e pochi allo stesso tempo - ha detto il presidente provinciale Mario Casu - perché dal 1948 il CSI porta avanti i valori dello sport, dell'amicizia, dell'educazione ad una vita ricca di valori e sani principi. Farlo attraverso lo sport è molto più semplice. Ma sono anche pochi perché c'è ancora tanta strada da fare per migliorare e raggiungere tutti gli obiettivi che ci stiamo prefiggendo di raggiungere».

Mentre il presidente Casu raccontava sprazzi di storia e curiosi aneddoti, alle sue spalle scorrevano vecchie immagini riemerse dall'archivio storico del CSI Sassari e alcune testimonianze sono state portate anche da un fondatore del comitato di Sassari. L'ottantaquattrenne Vanni Sini, tra i principali artefici delle attività che il nostro Ente ha portato avanti per circa mezzo secolo, ha ricevuto il caloroso abbraccio di tutto il pubblico che si è raccolto intorno a lui con grande stima e simpatia.

Prima degli interventi, Paolo, il vice parroco della parrocchia di San Paolo, ha coinvolto in preghiera tutti i presenti, spendendo belle e sincere parole verso il Centro Sportivo Italiano. Durante la mattinata sono intervenuti gli amministratori locali, Alessio Marras (Assessore allo sport del Comune di Sassari), Lino Mura (Assessore allo sport della Provincia di Sassari) e Lucio Masia (Delegato Coni Provincia di Sassari).

Hanno poi avuto spazio anche Pierino Arru, dirigente del San Giuseppe, società che da poco ha concluso i lavori di riqualificazione dell'impianto di via Alghero, adesso in erba sintetica; Gianni Serra, presidente della PGS Ploaghe 1994, società che ha acquistato il defibrillatore e fatto seguire un corso di primo soccorso a dieci suoi dirigenti sul corretto utilizzo di questo fondamentale strumento che può salvare la vita delle persone; Amadio Bresciani e Andrea Virgilio, tra i promotori di "1' km", un ambizioso progetto sull'educazione stradale riservato ai bambini delle scuole elementari che partirà nelle prossime settimane.

Il responsabile tecnico del CSI Sassari, Antonio Piu, ha illustrato i dati dell'attività della stagione conclusa a giugno, mentre Gianni Sini, Gianuario Derudas e Giuseppe Porqueddu, hanno presentato e approfondito i contenuti di una nuova stagione che si annuncia ricca di appuntamenti sportivi e formativi: calcio giovanile, adulti, rugby, ciclismo, skateboard e attività in palestra, tesseramento online, corsi per allenatori ed educatori accompagneranno i tesserati da qui a fine giugno.

Dopo circa due ore, si è chiusa anche la seconda Convention del comitato di Sassari, un appuntamento associativo unico nel suo genere su tutto il territorio provinciale.

A breve tutte le foto della Convention del C.S.I. Sassari!